Stai pensando di separarti? Si tratta di una scelta da attuare consapevolmente, perché la separazione può portare con sé problemi da non sottovalutare, soprattutto dal lato economico. Ecco alcuni consigli per riuscire a gestire al meglio le difficoltà di una decisione così importante.

 

“……E vissero felici e contenti¨

Il sogno della famiglia “Mulino Bianco” è il sogno di molti, ma spesso la vita quotidiana può incrinare anche il più romantico dei sogni e i motivi possono essere tanti: difficoltà economiche, interessi che col tempo divergono e allontanano i partner, amicizie non condivise, lo stress del lavoro… Questi sono solo alcuni dei fattori che rendono la convivenza insopportabile e portano alla decisione di separarsi.
Tuttavia, prima di porre la parola  fine ad un matrimonio e comunicarlo all’altro coniuge è consigliabile compiere alcune mosse per ponderare bene la scelta e non agire sulla scorta dell’impulso.

Prima di porre la parola fine al rapporto

Fondamentale è concedersi un attimo di tempo per comprendere se non sia il caso di affrontare i conflitti sorti discutendone direttamente con il partner. Molte volte però si è arrivati al punto in cui anche una banale conversazione si trasforma in lite: l’aiuto di un coach,  che aiuta a comprendere  meglio quello che davvero vogliamo e come ottenerlo, può aiutare ad acquisire maggiore consapevolezza del problema e delle difficoltà, e a trovare le soluzioni dentro noi  stessi.

Mediare gli interessi con il partner

Quasi sempre le liti tra coniugi nascono per gli stessi motivi e la crisi potrebbe essere l’occasione per trovare finalmente una soluzione ai problemi, evitando così tutte le complicazioni legate ad una separazione o ad un divorzio, come ad esempio la gestione dei figli.

Oltre ad un lavoro su di sé volto a limitare l’agire d’impulso, consiglio di valutare la fattibilità di un percorso di coppia supportato da un mediatore familiare. Il mediatore è una figura imparziale rispetto alle parti, il cui compito è gestire un momento di incontro durante il quale i due partner hanno la possibilità di negoziare tutte le questioni relative alla separazione. Il mediatore persegue l’obiettivo di facilitare una maggiore collaborazione, sia negli aspetti economici che relazionali,  con particolare riguardo all’interesse dei figli, per evitare che la separazione diventi una ¨guerra dei Roses¨ con conseguenze dannose per tutti.

“Quali sono i miei diritti e doveri?” Il parere di un avvocato

Prima di procedere alla separazione, è fondamentale consultare un avvocato: un parere legale può aiutare a comprendere i nostri diritti, quelli dei figli, quelli del partner. Un avvocato è in grado di spiegare quali sono le regole della divisione dei beni, o quali sono i criteri per l’assegnazione della casa  familiare e per l’assegno di mantenimento.

“Chiedo la separazione”. Come comunicare al meglio la decisione

Il percorso intrapreso attraverso il coaching, la mediazione e il parere legale può portare a due scelte: il rimanere in coppia, con maggiore consapevolezza dei problemi e la capacità di risolverli in modo efficace, oppure il procedere alla separazione. La separazione verrà però affrontata con coscienza di tutti i pro e i contro, in possesso di  tutte le informazioni necessarie ad una gestione consapevole delle criticità.

Come comunicare al coniuge la propria scelta? Trovare il modo, il tempo e le risorse interiori necessarie per affrontare il momento con lucidità, senza farsi coinvolgere dall’emotività e dal risentimento. Non esiste una ricetta “magica” per rendere la pillola più dolce ma esistono tecniche di comunicazione e di gestione delle emozioni in grado di supportare il coniuge richiedente la separazione in questo strategico e a volte traumatico momento. Ancora una volta, il coach diventa l’alleato fondamentale per comprendere meglio quello che accadrà, simulare il momento fatidico per potere poi essere in grado di gestire la situazione efficacemente.

 

Quando la separazione è dovuta a violenze

Finora è stato affrontato il tema della separazione senza andare nel dettaglio delle motivazioni. Ovviamente non va dimenticato che qualora ci fossero state violenze, il comunicare al partner la decisione presa avverrà necessariamente in presenza – e sotto la guida – di un legale e di un coach, in grado di offrire supporto sia dal lato giuridico che da quello emotivo.

Se anche tu stai pensando di chiedere la separazione, ma hai bisogno di confrontarti e conoscere meglio come procedere sia dal punto di vista emotivo che legale, puoi contattarci direttamente via email

Trovi questo articolo interessante? Condividilo su:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi